30 giugno 2015 - Asociazione Marco Badan

Vai ai contenuti
Eventi
Eventi
Durante la cerimonia conclusiva del corso 8CPQ – MPSS, avvenuta martedì 30 giugno 2015 presso l’Aula Magna della Scuola superiore medico-tecnica di Lugano, sono stati consegnati gli attestati di Maturità Professionale e Sociale. Dopo il saluto del direttore Pier Pirotta, l’Associazione Marco Badan ha attribuito il premio dell’associazione. I premiati sono Gubetini Shkurte, Oberti Valentina e Anzalone Eleonora. Nella foto le 3 studentesse premiate, con il direttore Pier Pirotta (a destra nell'immagine), Claudia Berri, coordinatrice della nostra associazione (a sinistra nell'immagine) e Roberto Badan.
Durante la cerimonia, erano presenti diversi soci tra cui, la signora Franca Cleis che ha voluto omaggiare le studentesse premiate con un libro di poesie di Alfonsina Storni e con un suo personale racconto che presentiamo con piacere in questa pagina.
L’associazione ha fatto dono a tutti gli allievi di un libro, scelto per noi da Edy Mombelli, libraio e amico di Marco, dal titolo: L’incolore Tazaki Tsukuru e i suoi anni di pellegrinaggio, di Murakami.
Il romanzo di Murakami, considerato il più grande scrittore giapponese contemporaneo, è un romanzo di formazione, di amicizia e di desiderio. la storia di 5 ragazzi, tre maschi e due femmine ambientata a Nogoya, cittadina giapponese, è la storia di un cambiamento di rapporti di amicizia che dopo il secondo anno di università, cambia repentinamente e s’interrompe improvvisamente, cosi Tsukuru, l'io narrante ne esce sconvolto e dopo molti anni riesce a ripercorre la storia con immenso dolore ed anche con un ritrovato amore.
Il romanzo di Murakami è una meditazione sulla natura della felicità e sull'amicizia, sulla speranza, sul prendere coscienza che si inizia veramente a vivere quando metaforicamente iniziamo a morire un po'.
Infine, Roberto Badan ha ringraziato i soci per il contributo che ha reso possibile l’attribuzione dei premi per un totale di CHF 1000.-.


Difficile dire dei ricordi che giacciono dentro di noi silenti

Corriere del Ticino - 01.07.2015

30 giugno 2015
Torna ai contenuti